15 settembre 2015:

La storia comincia qui…

Quando Stefano e Gabriella, passeggiando per la Ciociaria alla ricerca di un lembo di terra da coltivare, acquistano i primi 3,5 ettari nel Comune di Piglio. In quella cristallina mattina di fine estate, hanno deciso che ogni tanto i sogni devono diventare realtà. Così nasce L’Avventura, produttori di felicità.

Dalla passione per il vino, tornando alle radici di Stefano nel Lazio, viene l’impegno di esaltare il vitigno autoctono laziale per eccellenza – il Cesanese – nelle sue varie espressioni insieme ad altre chicche del territorio come la Passerina IGT. Ai vigneti al Piglio si aggiungono nuovi terreni nei Comuni di La Forma e Gavignano nel 2016. Inoltre, un uliveto di circa 120 piante apre la pista alla produzione dell’olio extravergine di oliva EVO. 

Il progetto suscita curiosità ed entusiasmo tra amici e familiari, e praticamente da subito i figli ed i nipoti sono coinvolti nello sviluppo del lavoro. 

Ecco, L’Avventura: è proprio questo il nome giusto

I vigneti – di Cesanese di Affile, di Cesanese comune, di Sangiovese, di Pinot Nero (bella scommessa, questa) e di Passerina – producono la prima annata in bottiglia nel 2017. Il Saxa, il Campanino e le Colline Laziali vengono quasi subito affiancati dal Picchiatello, da Amor e da Camere Pinte. Arringo, un Cesanese vinificato secondo il metodo Governo all’uso Toscano, arriva penultimo, seguito dal rosé chiamato semplicemente Rosé. Anche il nostro olio d’oliva EVO Mattolio, riscuote un immediato e graditissimo successo.

Ecco, L’Avventura: è proprio questo il nome giusto.

Ci piacciono le sfide.

E alla sfida abbiamo risposto con grinta, dedizione e un pizzico di follia, perché così un bel sogno diventa una bellissima realtà.